Firmato un protocollo d’intesa per la promozione e lo sviluppo dell’uso dell’energia elettrica per la mobilità sostenibile nel settore turistico. Confturismo: “gli operatori e i professionisti del turismo vanno seguiti e sostenuti con strumenti di programmazione e economici adeguati”.

Il ministro dei Beni Culturali e del Turismo, Dario Franceschini, e l’amministratore delegato di Enel, Francesco Starace, hanno firmato un protocollo d’intesa per la promozione e lo sviluppo dell’uso dell’energia elettrica per la mobilità sostenibile nel settore turistico. Il protocollo – spiega una nota congiunta – rappresenta una leva strategica per aumentare la consapevolezza dei cittadini sui benefici derivanti dalla diffusione della mobilità elettrica. Inoltre consentirà la creazione di un quadro istituzionale di riferimento propedeutico ad accordi commerciali con le associazioni di categoria per l’installazione delle infrastrutture di ricarica elettrica nelle strutture turistico-ricettive, nonché per l’avvio di progetti nelle principali città a vocazione turistica. “Oggi realizzare e promuovere servizi turistici sostenibili, come nel caso della mobilità elettrica, non vuol dire venire incontro a richieste stravaganti di pochi illuminati ma mettersi nella condizione di soddisfare una componente della domanda ampia e in crescita costante a livello nazionale e mondiale. In questo percorso gli operatori e i professionisti del turismo vanno seguiti e sostenuti con strumenti di programmazione e economici adeguati”: questo il commento di Confturismo-Confcommercio, che sottolinea poi di aver “partecipato attivamente, con le rappresentanze delle categorie più direttamente interessate, alle riunioni del Mibact che hanno portato alla firma del protocollo d’intesa con Enel. La sostenibilità – nelle sue accezioni ambientali, economiche e sociali – è da tempo entrata a fare parte dei criteri di sviluppo del turismo i cui attori, pubblici e privati, sono i primi interessati ad un uso durevole delle risorse attrattive dei territori. Non a caso, proprio questo concetto è uno degli elementi portanti anche del Piano strategico 2017-2022”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: