Sangalli a Sala: “A Milano spingere su periferie e attrattività

Sangalli a Sala: “A Milano spingere su periferie e attrattività

“Milano e il Secolo delle Città”: l’intervista del Presidente di Confcommercio al Sindaco. Dati positivi per il turismo da sostenere con nuovi progetti. Fare squadra per le Olimpiadi 2026. In Confcommercio Milano il presidente Carlo Sangalli ha “intervistato” il sindaco Giuseppe Sala sulle priorità e le sfide future per la metropoli: dalle periferie, all’attrattività, al digitale e l’innovazione, ai giovani. Con testimonianze di quattro imprenditori: Davide Agricola, presidente dell’Associazione commercianti di via Padova; Francesco Wu, referente di Confcommercio Milano per l’imprenditoria straniera; Paola Generali, vicepresidente di Assintel (l’Associazione delle imprese Information Communication Technology) e Andrea Colzani, presidente del Gruppo Giovani Imprenditori della Confcommercio milanese. Spunto per l’iniziativa – patrocinata dalla Camera di Commercio Monza Brianza Lodi – il libro del Sindaco “Milano e il Secolo delle Città”. Il Comune sta facendo investimenti in edilizia popolare per ridurre la distanza tra centro e periferie. Importante anche il ruolo di acceleratore del commercio con i negozi di vicinato che rendono i quartieri più vivibili e i sicuri. “Il rilancio delle periferie – afferma Sangalli – è forse la sfida più importante e difficile di Milano. Per affrontarla è necessario mettere insieme vari elementi come sicurezza, imprese, decoro urbano, eventi e infrastrutture. Per questo abbiamo proposto al Sindaco la necessità di concentrare gli sforzi su un “quartiere test” per rendere visibili i miglioramenti e realizzare un modello di riferimento utile per tutto il territorio”. “Le Olimpiadi invernali 2026 sono molto importanti per la nostra città e per il Paese. Da qui – evidenzia Sangalli – la necessità di fare squadra fra Milano, Torino e Cortina per vincere questo grande evento che si caratterizza per il forte valore sociale ed economico. Sperando che...